Intervista a BARBARA GEIGER e FRANCO REFFO/ Compagnia NUT: martedì 29 novembre 2011

Lacrime Antiche Compagnia NUT Foto Domenico Cichetti

PRIMO APPUNTAMENTO di SPAZIO, CORPO E POTERE

MARTEDI’ 29 novembre alle ore 21:30 Il primo appuntamento di Spazio, corpo e potere è con due protagonisti della danza contemporanea: BARBARA GEIGER e FRANCO REFFO

Nel 2007 Barbara Geiger e Franco Reffo fondano NUT, una realtà indipendente nella danza contemporanea che basa il proprio lavoro sulla ricerca di materiale fisico in relazione al contenuto di drammaturgie originali. NUT é seguito di una costante collaborazione dei due danzatori iniziata nel 1999 all’interno di Corte Sconta, che è stato uno dei gruppi piú rappresentativi in Italia.

Il Prato di Josafat Compagnia NUT Foto di Antonella Argirò

La loro esperienza si è così arricchita con spettacoli presentati e/o prodotti da: C.N.D.I. Chàteauvallon Toulon, Teatro dell’Elfo e Piccolo Teatro Milano, Fondazione Teatro La Fenice, La Biennale Danza e Teatro Arsenale Venezia, RomaEuropa, National Art Center Ottawa, Agorà de la Dance Montréal, Teatro degli Illuminati Città di Castello, Cagliari, Teatro Ponchielli Cremona, Adda Danza, C.R.T. Milano, Teatro G. Pasta Saronno, Teatro Biondo Palermo, Künstlerhaus Mousonturm Francoforte, Theater der Stadt Heilbronn, Internazionale Tanzwochen Dresda, Dansens Hus Stoccolma, Festival di Teatro Iberoamericano Bogotà, Festival International Cervantino e Teatro de las Artes CNA Città del Messico, Fringe Festival Edimburgo, Festival Internazionale di Casablanca, Mittelfest Cividale del Friuli, Teatro Nazionale del Montenegro Podgorica, Belgrado Dance Festival, Sarajevo, Teatro Comunale e Festival Filo di Arianna Belluno, C.S.C. Santa Chiara Trento.

BARBARA GEIGER

Compagnia NUT Backstage

Barbara Geiger è coreografa e guida artistica della compagnia NUT. Nata a Vienna, lavora nella danza dal 1990. Ha danzato con Corte Sconta dal 1999 al 2007. Svolge un lavoro di formazione nel teatro di movimento per attori e danzatori. A Milano regolarmente presso Campo Teatrale, Anabasi e Tilt Spaziodanza.

FRANCO REFFO

Compagnia NUT Backstage

Franco Reffo, danzatore storico della compagnia Corte Sconta; vi ha lavorato dal 1991 al 2007. È stato socio fondatore del Chará di Padova, uno dei primi centri in Italia di formazione e promozione della danza contemporanea.
È docente all’Accademia dei Filodrammatici di Milano.

http://www.compagnianut.org

Compagnia NUT Backstage

Federicapaola Capecchi, che cura le interviste è coreografa, danzatrice.

Coreografa e Danzatrice ha debuttato a giugno 2008 all’interno della 6° Biennale Internazionale di Danza Contemporanea di Venezia (Direzione artistica di Ismael Ivo), con una creazione originale sul tema “Beauty. Art is beautiful!”, all’interno della piattaforma “giovani coreografi italiani”, frutto del progetto Choreographic Collision Part 1 e 2. Inizia studiando danza classica presso la Scuola Aurelio Millos e poi alla C.S.C di Milano, oggi SPID, con Elisabeth Kahan e David Sutherland. È con un Residenziale di Adriana Borriello presso il Teatro Elfo di Milano il suo primo incontro con la danza contemporanea. Prosegue in questa direzione studiando con Susanna Beltrami, Brigitte Hyon, Dominique Dupuy, Franco Reffo, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni. Il ’96 è un anno importante, nel quale incontra sia la danza butoh, che il teatrodanza. Per la danza butoh studia e lavora con Kayo e Yukio Mikami, partecipando anche alla produzione internazionale “Luna di Terra” al Teatro Franco Parenti di Milano. Incontra inoltre il maestro Kazuo Ohno e il figlio Yoshito Ohno, al Teatro Comunale di Ferrara. Ma è l’incontro con il teatrodanza che segna il suo percorso formativo e di ricerca. In questo senso importanti per il suo percorso artistico sono i seminari e i corsi di aggiornamento di Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, Felix Ruckert, Raffaella Giordano e Giorgio Rossi. Nel tempo si dedica assiduamente allo studio e alla pratica della contact improvisation rinterpretandola ed elaborandola in un proprio codice coreografico. Su tutto, danza, parole, gesti cerca un linguaggio vissuto, che arriva dal corpo e vi respira, senza automatismi né artifici tecnicistici. Dopo una felice esperienza con Marco Baliani nel progetto “Le Antigoni della Terra” a Bologna, decide di completare il suo percorso artistico approfondendo anche la formazione attorale, frequentando per diversi anni la scuola di teatro di Opus Personae a Milano, “Progetto Novecento” di M. Pernich e della Regione Lombardia e laboratori intensivi sul lavoro attorale con Danio Manfredini. La sua ricerca e curiosità la spingono costantemente a confrontarsi ed approcciare nuove e diverse esperienze, come la danza africana, tradizionale e di espressione, il bharatanatyam, l’afro-contemporaneo, e a seguire corsi di aggiornamento di drammaturgia e scrittura scenica parallelamente a quelli di danza contemporanea. Nel 2006 è invitata al Festival Internazionale di Gorazde “Prijateljstva”, Bosnia Erzegovina, con lo spettacolo “Hybris” del quale cura lo studio del movimento e le coreografie. Nel 2002 fonda con Riccardo Walchhutter, drammaturgo-scrittore, la compagnia OpificioTrame. Con questa, in collaborazione con Medici Senza Frontiere e Mani Tese, realizza lo spettacolo “Bambini non tirate gli estintori ai carabinieri” in replica dal 2003, poi lo spettacolo “Sotto Pelle”, “L’unico pensiero che mi occorre”, nel 2006, lo spettacolo “Resistenze”, la cui coreografia le vale la selezione per la prima parte di Choreographic Collision, progetto di ricerca coreografica di Viviana Palucci e Manola Bettio di FNASD e Biennale Internazionale della Danza Contemporanea di Venezia. In questa occasione approfondisce il lavoro di coreografa e di danzatrice contemporanea con Ismael Ivo, Jacopo Godani, Ted Stoffer, Reinhild Hoffann e Mi Na Yoo.A giugno 2009 debutta con lo spettacolo “e ancora” ispirato all’opera d’arte Fiaba di Emilio Tadini, primo lavoro del progetto Coreografia d’Arte di OpificioTrame e SpazioTadini.Nel luglio 2009 è invitata con la sua compagnia al PlayArezzo Festival.Novembre 2009 (26>29) vede l’anteprima del Festival Coreografia D’Arte; la seconda edizione di Coreografia d’Arte avviene dal 2 al 5 dicembre 2010 in partnership con Midanza 2010 ed è in preparazione la III° edizione per il 2012. Attualmente lavora a due nuove produzioni.

Info per la stampa

Federicapaola Capecchi federicapaola@spaziotadini.it; +39 347 71 34 066

Melina Scalise ms@spaziotadini.it; +39 366 4584532

Info per il pubblico

Spazio Tadini, Via Niccolò Jommelli, 24, 20131 Milano

tel +39 02 26 82 97 49

http://www.spaziotadini.it

http://www.spaziotadini.wordpress.com

Annunci